giovedì 8 Dicembre 2022

Comunicare con i media, oggi.

HomeSocial mediaPerché le liste twitter dovrebbero essere implementate

Perché le liste twitter dovrebbero essere implementate

Twitter è il social network del momento. Dopo il boom di facebook degli scorsi anni, twitter sembra vivere un periodo d’oro, complice anche il suo crescente utilizzo da parte di politici e vip che sempre più scelgono questo mezzo per comunicare. Ed è proprio il progressivo popolamento di questa agorà virtuale che ci impone la necessità di organizzare le fonti, in base all’uso che ne facciamo.

Liste twitter, cosa sono

Se abbiamo deciso di seguire un certo numero di contatti, ci saremo sicuramente accorti di non poter leggere tutti i tweet senza rinunciare ad una vita sociale off-line :D . Twitter ci viene incontro attraverso le liste: dei raggruppamenti che consentono di visualizzare solo determinati tweet e non altri. Possiamo, ad esempio, creare una lista che raggruppi tutti i politici, i comici, i cantanti, i quotidiani, i nostri amici o i giornalisti che seguiamo. In questo modo, in base alle informazioni che vogliamo visualizzare in un dato momento, possiamo scegliere la lista che fa per noi. È possibile, per esempio, che per un certo periodo siamo interessati ad un argomento (come un dibattito politico su un determinato tema): in questo caso possiamo creare una lista ad hoc di contatti da seguire in quel momento ed eliminarla non appena non saremo più interessati all’argomento in questione.

Perché dovrebbero essere implementate

L’usabilità delle liste non è delle migliori: questo è il motivo principale per cui penso che debbano essere implementate. Sia che accediamo a Twitter dal pc o dal nostro smartphone, è necessario cliccare su impostazioni (in alto a destra) e poi su liste per vederle comparire, e questo rende poco agevole il passaggio da una lista ad un’altra, quando magari un menù collassato a sinistra sarebbe molto più comodo e faciliterebbe la navigazione. Intanto, come annunciato circa un mese fa, Twitter sta effettuando dei test per migliorare l’interfaccia e la navigabilità, avvicinandosi molto ai concorrenti Facebook e Google+. Perché non fare qualche miglioramento anche in tal senso?

OFFRI UN CAFFÉ

Se hai trovato utile questo articolo, puoi supportarmi facendo una donazione libera una tantum oppure impostarne una ricorrente (ogni mese): contribuirai a sostenere le spese del sito e a far imparare nuove cose a tutti i lettori. Grazie!

Dona ora!

Fabio Brocceri
Fabio Broccerihttps://www.fabiobrocceri.it
Sono un giornalista, addetto stampa e comunicatore pubblico. Il mio lavoro consiste nell'aiutare enti, imprese e istituzioni a comunicare meglio. Clicca qui se vuoi saperne di più.
ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

APPROFONDISCI

Ufficio stampa 2.0

 

RESTA AGGIORNATO

Vuoi ricevere automaticamente una email ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo (in media uno a settimana)? Iscriviti gratuitamente. Potrai cancellarti in qualsiasi momento.

Ultimi articoli pubblicati