La volta scorsa avevamo parlato di una direttiva, emanata dalla Regione Sicilia, sulla mancata applicazione della l. 150/2000 in merito all’istituzione degli Urp in alcuni comuni siciliani. È di due giorni fa la notizia della diffida agli ottanta comuni che scaduto il termine della direttiva non hanno provveduto all’istituzione di questi uffici: avranno ancora trenta giorni per mettersi in regola, altrimenti scatterà il commissariamento da parte della Regione. I comuni inadempienti si trovano  in provincia di Messina (21), Palermo (14), Agrigento (11), Catania (11), Siracusa (6), Trapani (5), Caltanissetta (4), Enna (4) e Ragusa (4).