La Regione Sicilia diffida i comuni che non hanno ancora l’URP

La volta scorsa avevamo parlato di una direttiva, emanata dalla Regione Sicilia, sulla mancata applicazione della l. 150/2000 in merito all’istituzione degli Urp in alcuni comuni siciliani. È di due giorni fa la notizia della diffida agli ottanta comuni che scaduto il termine della direttiva non hanno provveduto all’istituzione di questi uffici: avranno ancora trenta giorni per mettersi in regola, altrimenti scatterà il commissariamento da parte della Regione. I comuni inadempienti si trovano  in provincia di Messina (21), Palermo (14), Agrigento (11), Catania (11), Siracusa (6), Trapani (5), Caltanissetta (4), Enna (4) e Ragusa (4).

By |2010-10-15T18:17:23+00:0015 ottobre 2010|Categories: Comunicazione Pubblica|0 Commenti

About the Author:

Sono un giornalista ed esperto di comunicazione. Lavoro come addetto stampa nella Pubblica Amministrazione. Se vuoi restare aggiornato sulle novità del blog, puoi seguire la mia pagina Facebook!

Scrivi un commento

Questo sito utilizza i cookie, che vengono forniti anche da terze parti. Per maggiori informazioni, consulta la cookie policy e la privacy policy. Grazie! Ok