domenica 3 Marzo 2024

Appassionato di comunicazione attraverso i media?
Sei nel posto blog giusto!

HomeUfficio stampa e media relationsIncursioni mediatiche: come gestire le visite a sopresa dei giornalisti

Incursioni mediatiche: come gestire le visite a sopresa dei giornalisti

Se lavori per una grande azienda o per un ente “in vista” potresti trovarti di fronte ad una situazione imprevista e alquanto spinosa: l’arrivo di una troupe televisiva che vuole intervistarti o fare delle riprese all’interno del tuo luogo di lavoro. A volte, infatti, i giornalisti evitano i canali ufficiali, come l’ufficio stampa, per ottenere delle informazioni più dirette rispetto alla linea adottata dall’azienda.

Queste incursioni spesso ci prendono alla sprovvista e capita non di rado che i dipendenti reagiscano in malo modo, spinti magari dall’emotività del momento che non fa pensare alle conseguenze di queste azioni per la reputazione dell’azienda o dell’ente per cui si lavora.

Vediamo qualche semplice consiglio di media training che ti potrà aiutare a gestire queste situazioni.

Mostrati disponibile

La prima cosa da fare è mantenere la calma. I giornalisti hanno tutto il diritto di chiedere informazioni, fare domande, ecc., ma siamo noi a decidere se accettare o meno l’intervista o se rilasciare delle dichiarazioni. Non bisogna mostrarsi irritati, rispondere con aggressività, mettere in atto comportamenti ostili (come l’oscuramento della telecamera con la mano o spingere il giornalista), ma accogliere la richiesta di intervista con serenità, fornendo eventualmente indicazioni sulle modalità con cui la vostra azienda si interfaccia con i media. Personalmente eviterei anche di rispondere “no comment” (qui ti spiego il perché).

Avverti l’ufficio stampa / comunicazione

Non appena possibile, è indispensabile avvertire chi nel nostro ufficio è deputato ad avere rapporti con gli organi dell’informazione: l’ufficio stampa e il portavoce sono le figure più adatte da contattare, ma va bene informare anche l’ufficio comunicazione o l’ufficio relazioni esterne, in base a come è organizzata l’azienda per cui lavoriamo.

Avvisare i colleghi che si occupano di comunicazione è fondamentale: oltre ad essere deputate a questo compito, sono persone competenti in materia, che conoscono la strategia dell’azienda, il panorama mediatico, i linguaggi e le modalità di comunicazione, ecc. e possono gestire al meglio la situazione. Potrebbero, per esempio, concordare modalità di intervista più adeguate, sapere cosa è opportuno dichiarare e cosa no, individuare la persona più adatta a svolgere l’intervista, e così via.

Le aziende più strutturate oggi realizzano anche dei percorsi di media training per i dipendenti e quasi tutte adottano almeno delle linee guida o delle policy di comunicazione specifiche che spiegano la prassi da seguire quando si viene contattati dai giornalisti o dai media più in generale. Conoscerle è molto importante, anche per evitare di incorrere in sanzioni disciplinari.

Fai attenzione a tutto quello che dici (anche off the record)

Un’altra cosa importante a cui prestare attenzione è il fatto che i giornalisti potrebbero già effettuare delle riprese, magari anche attraverso telecamere nascoste. Per questo è bene sempre evitare di fornire informazioni off the record nella convinzione che il giornalista sia in buona fede, rimandando l’intervista ad un secondo momento, in base alle modalità accettate e concordate con l’azienda.

Se proprio non si può fare a meno di rispondere, meglio limitarsi a condividere informazioni che sono già pubbliche o accessibili a tutti, come per esempio quelle contenute nel sito web aziendale o già diffuse dall’azienda sui social.

Fabio Brocceri
Fabio Broccerihttps://www.fabiobrocceri.it
Sono un giornalista, addetto stampa e comunicatore pubblico. Il mio lavoro consiste nell'aiutare enti, imprese e istituzioni a comunicare meglio. Clicca qui se vuoi saperne di più oppure seguimi sui social.

OFFRI UN CAFFÉ

Se hai trovato utile questo articolo, puoi supportarmi facendo una donazione libera una tantum oppure impostarne una ricorrente (ogni mese): contribuirai a sostenere le spese del sito e a far imparare nuove cose a tutti i lettori. Grazie!

Dona ora!

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

APPROFONDISCI

Ufficio stampa 2.0

 

RESTA AGGIORNATO

Vuoi ricevere automaticamente una email ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo (in media uno a settimana)? Iscriviti gratuitamente. Potrai cancellarti in qualsiasi momento.

Ultimi articoli pubblicati