In un mondo sempre più connesso e digitale, essere presenti online è diventato non fondamentale, di più. Se questo è chiaro alle nuove generazioni, spesso non lo è altrettanto per i piccoli commercianti più nostalgici, che siano proprietari di un piccolo negozio o abbiano un’attività commerciale in gestione. In questo post ti darò qualche consiglio per migliorare la tua presenza online e avere qualche chance in più per competere al meglio nella nuova società digitale.

1 Fai sapere a Google che esisti

Google è ormai diventato la porta di ingresso principale della rete. Lo usiamo per fare le ricerche più disparate, per conoscere gli orari di apertura del supermercato o del museo, per verificare informazioni, ma anche per trovare sulle mappe i percorsi da fare, effettuare traduzioni e via dicendo. Utilizzare Google per soddisfare un bisogno informativo è diventato ormai un’abitudine consolidata. Ecco perché è importante che la tua azienda sia presente sul motore di ricerca e nelle sue mappe. Farlo è semplicissimo e non costa nulla. Addirittura, da poco, Google ha realizzato un’area dedicata proprio alle piccole imprese, chiamata Google My Business, che permette di “mettersi in contatto facilmente con i clienti sulla Rete di Ricerca Google e Google Maps”. Con pochi click è possibile inserire l’indirizzo della propria attività, il numero di telefono, il sito web, gli orari di apertura e chiusura, il posizionamento sulla mappa e così via.

2 I clienti ti cercano sui social

E se tra un “buongiornissimo! Kaffè?!” e l’altro gli utenti cercassero il tuo negozio su Facebook? Spero proprio che tu abbia una pagina ufficiale dove racconti la tua attività (attenzione, ho detto pagina, non profilo!). Molti ristoranti, per esempio, inseriscono sui propri social ogni mattina il menù del giorno, in modo che i lavoratori possano organizzarsi per il pranzo da portarsi (o farsi portare) in ufficio o abbiano un motivo in più preferire il tuo locale anziché un altro. Inoltre i post possono fungere da stimolo al cliente per incentivarlo a venire nel tuo negozio (grazie ad una promozione, a un evento particolare, ecc.). Per non parlare della brand awareness, ovvero la notorietà del brand della tua attività (a proposito, ricordati che la tua presenza online deve seguire le regole dell’immagine coordinata, per far capire all’utente che si tratta dei tuoi canali ufficiali!). Potresti iniziare leggendo questa breve guida per gestire una pagina Facebook aziendale.

3 Utilizza le piattaforme più famose per la tua presenza online

Hai un ristorante? Sei proprietario di un piccolo bed and breakfast? Sai che le persone non prenotano più telefonicamente ma direttamente dal proprio smartphone tramite app? A tal proposito esistono una serie di società che permettono di inserire la tua attività all’interno delle loro piattaforme, portandoti clienti e pubblicizzando il tuo locale, il tutto trattenendo una piccola somma sulle prenotazioni. Nelle grandi città è ormai diventato consuetudine prenotare al ristorante utilizzando servizi e app come Thefork o Quandoo, oppure farsi portare il cibo direttamente a casa, grazie a società come Just Eat, Deliveroo, Moovenda, Uber Eats, Glovo, ecc. E nel settore alberghiero è diventato quasi imprescindibile affiliarsi a portali come Booking, Expedia, LastMinute, Hotels.com, Airbnb, ecc. se si vuole competere con gli altri. Se invece la tua è un’attività di vendita al dettaglio, potresti pensare di vendere i tuoi prodotti  sfruttando i più grandi negozi di e-commerce, come Amazon o Ebay. Infine, se sei un libero professionista esistono tante piattaforme su cui iscriversi (una tra tutte, Pronto Pro).

4 Avere un proprio sito web è fondamentale

È vero, le piattaforme sono molto utili per incrementare i clienti, ma perchè non cercare di attirare le persone tramite un sito tutto tuo? In questo caso non ci sarebbero costi e commissioni sulle vendite o sulle prenotazioni. Inoltre, avere un proprio sito è importante per comunicare solidità, per far capire che al di là dei social l’attività esiste ed è reale: in altre parole, si tratta di avere credibilità in un mondo da molti percepito ancora come “virtuale” e poco “reale”. Per non parlare del controllo completo che un sito è in grado di offrire (non si può dire la stessa cosa dei social network, che hanno il controllo dei dati, degli spazi e delle funzioni). Tramite il sito potrai vendere i tuoi prodotti in autonomia, raccogliere dati e informazioni sui potenziali clienti, adattarlo al meglio alle tue esigenze e migliorare la fidelizzazione dei clienti. Insomma, un vero e proprio biglietto da visita completamente gestito da te!

5 Gestisci i commenti!

Nel web 2.0 i clienti sono ormai abituati a esprimere la propria opinione e il proprio giudizio su un servizio di cui hanno usufruito. Sul web – che tu lo voglia o meno – si parlerà di te e della tua attività: la tua presenza online non è propedeutica a questo, ma è necessaria per gestire la reputazione della tua attività, accogliendo i suggerimenti, fornendo indicazioni e chiarimenti, rispondendo (garbatamente) alle critiche, ringraziando per gli elogi e i complimenti. Quante volte ti è capitato di acquistare un prodotto solo perché è stato valutato con 5 stelle su 5 su un portale di e-commerce? Oggi l’opinione e la soddisfazione dei clienti è cruciale e governarla lo è ancora di più se ad essere giudicata è la tua attività. Quindi, rimbocchiamoci le maniche!