mercoledì 22 Maggio 2024

Appassionato di comunicazione?
Sei nel posto blog giusto!

HomeGiornalismoGiornali inglesi e tabloid: dall'attualità allo sport, ecco i più diffusi

Giornali inglesi e tabloid: dall’attualità allo sport, ecco i più diffusi

L’Inghilterra vanta una lunga e ricca tradizione giornalistica. I primi giornali inglesi risalgono al XVII secolo e da allora il panorama editoriale britannico si è evoluto e diversificato, offrendo una vasta gamma di testate per tutti i gusti e le opinioni.

Dalle testate storiche e autorevoli come The Times e The Guardian, che vantano una tradizione secolare di giornalismo d’inchiesta e analisi politica, ai tabloid più popolari come The Sun e Daily Mail, specializzati in notizie sensazionalistiche e “gossip”, il panorama mediatico britannico offre un ventaglio di opzioni che accontentano tutti i lettori.

Nonostante la diffusione capillare dei social media e delle nuove tecnologie, i giornali inglesi e i tabloid continuano a svolgere un ruolo fondamentale nella società, contribuendo a plasmare l’opinione pubblica e ad alimentare il dibattito su temi di attualità.

Vediamo quali sono i principali.

I giornali inglesi più importanti

The Times

Il primo giornale inglese per importanza è sicuramente il Times. Fondato nel 1785, è uno dei quotidiani più antichi e prestigiosi del mondo. Politicamente si può definire come un giornale moderato, noto per la sua serietà, l’accuratezza dei suoi reportage e la sua influenza sull’opinione pubblica. I suoi lettori sono prevalentemente persone colte e benestanti. L’editore è il gruppo editoriale statunitense News International, controllato dal magnate Rupert Murdoch. Una curiosità: il famoso carattere “Times New Roman” ha fatto la propria comparsa proprio su questo giornale.

The Guardian

Un altro importante quotidiano britannico è il Guardian. Fondato nel 1821 a Manchester, ha una linea editoriale più progressista ed è noto per le sue inchieste investigative e il suo impegno per i diritti civili e la difesa delle minoranze. Anche in questo caso, i lettori di riferimento sono persone con un alto livello di istruzione, progressiste e sensibili alle tematiche sociali. È edito dal gruppo Guardian News and Media, che possiede anche delle emittenti radiofoniche e altri giornali.

The Daily Telegraph

Il Daily Telegraph, conosciuto anche semplicemente come Telegraph, è il quotidiano conservatore per antonomasia. Fondato nel 1855, è noto per il suo stile di scrittura più elegante e forbito e per essere uno dei pochi che ancora utilizza il formato broadsheet (gli altri quotidiani escono ormai in formato tabloid o in un formato più compatto). I suoi lettori sono essenzialmente tradizionalisti, critici nei confronti dell’Unione Europea e nostalgici dell’impero britannico.

Financial times

Fondato a Londra nel 1888, il Financial Times si occupa principalmente di cronaca finanziaria, analisi dell’attualità economica e politica globale. Dal 2015 appartiene alla holding giapponese Nikkei. Insieme al settimanale Economist, è considerato una fonte di informazione primaria per investitori, analisti, imprenditori e professionisti del settore finanziario.

Economist

Accanto ai quotidiani, una menzione a parte merita proprio l’Economist, settimanale di economia, affari, finanza e politica fondato a Londra nel 1843 che gode di un’autorevolezza che va oltre i confini nazionali. Proprio grazie alla sua indipendenza e alla sua reputazione, infatti, è un giornale in grado di influenzare la società e la politica. Il suo stile è più analitico e di approfondimento, il suo pubblico è colto e di elite.

I famosi tabloid inglesi

Accanto a questi un discorso a parte meritano i tabloid, giornali di formato più piccolo e dal linguaggio più semplice e diretto che si caratterizzano per l’utilizzo di titoli sensazionalistici, fotografie di grande impatto e storie di cronaca nera, gossip e intrattenimento.

The Sun

The Sun è un tabloid britannico fondato nel 1964. È il giornale più letto e più venduto nel Regno Unito, con una tiratura giornaliera di circa 1,7 milioni di copie (una volta superava i 4 milioni!). Il Sun ha un taglio popolare e si concentra su notizie di cronaca nera, gossip, sport e spettacolo, con un linguaggio semplice e accattivante. Il suo pubblico è eterogeneo e comprende persone di tutte le età e classi sociali, attratte dal formato tabloid e dalle storie sensazionalistiche (la sua pagina 3 è famosa per ospitare foto di ragazze in topless o bikini).

Daily Mail

Un altro tabloid molto diffuso in Inghilterra è il Daily Mail. Fondato nel 1896, questo tabloid cerca di mixare informazione e intrattenimento rivolgendosi ad un target medio. Da un lato, infatti, affronta temi di attualità, cronaca, politica e finanza, con uno stile spesso sensazionalistico e focalizzato su titoli ad effetto; dall’altro, dedica ampio spazio a notizie di gossip (in particolare vicende della famiglia reale), moda, spettacolo, ecc.

Daily Mirror

Tra i più importanti tabloid inglesi non possiamo non menzionare il Daily Mirror, concorrente diretto del Daily Mail, fondato nel 1903. Se il Sun e il Daily Mail si caratterizzano per una linea editoriale più conservatrice, popolare e nazionalista, il Mirror è considerato generalmente più progressista e di sinistra.

Daily Star

Infine, uno dei tablod più giovani: il Daily Star, fondato nel 1978. Le sue notizie sono quasi sempre leggere, puntando al gossip, alle storie di human interest, con lo stile sempre sanzionalistico tipico dei tabloid.

Giornali inglesi sportivi

Il panorama editoriale britannico ha un’offerta di giornali sportivi molto variegata, supportata sicuramente da una tifoseria appassionata e avida di notizie, specialmente riguardanti il calcio. I principali quotidiani e tabloid hanno delle edizioni sportive che a volte sono degli inserti e altre volte veri e proprio giornali a sé.

Tra i più importanti ricordiamo: il The Sun Sport, il Daily Mail Sport, il Mirror Sport, Metro Sport (edizione dedicata allo sport del free press Metro), The Guardian Sport.

Fabio Brocceri
Fabio Broccerihttps://www.fabiobrocceri.it
Sono un giornalista, addetto stampa e comunicatore pubblico. Il mio lavoro consiste nell'aiutare enti, imprese e istituzioni a comunicare meglio. Clicca qui se vuoi saperne di più oppure seguimi sui social.

OFFRI UN CAFFÉ

Se hai trovato utile questo articolo, puoi supportarmi facendo una donazione libera una tantum oppure impostarne una ricorrente (ogni mese): contribuirai a sostenere le spese del sito e a far imparare nuove cose a tutti i lettori. Grazie!

Dona ora!

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

APPROFONDISCI

Ufficio stampa 2.0

 

RESTA AGGIORNATO

Vuoi ricevere automaticamente una email ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo (in media uno a settimana)? Iscriviti gratuitamente. Potrai cancellarti in qualsiasi momento.

Ultimi articoli pubblicati