venerdì , 15 dicembre 2017
Home » Giornalismo e uffici stampa » Formazione continua giornalisti: la guida aggiornata

Formazione continua giornalisti: la guida aggiornata

Dal 1° gennaio 2017 la formazione continua giornalisti entra nel secondo triennio di applicazione da quando è divenuta obbligatoria per tutti i giornalisti iscritti all’albo. Il primo triennio è stato, infatti, quello dal 2014 al 2016, mentre quello in vigore adesso è il 2017-2019. La formazione è diventata imprescindibile per tutti i giornalisti professionisti e pubblicisti, ad eccezione dei giornalisti in pensione che non continuano a svolgere attività giornalistica. Vediamo insieme quali sono le regole da seguire.

Formazione continua giornalisti: i crediti

Per essere in regola con gli obblighi previsti dalla legge, i giornalisti pubblicisti e professionisti devono acquisire, nel triennio 2017-2019, 60 crediti formativi, almeno 15 per ogni anno. Di questi 60 crediti, almeno 20 devono essere riconducibili ad eventi deontologici. I colleghi con più di 30 anni di esperienza non devono raggiungere necessariamente i 60 crediti, ma devono comunque partecipare ad eventi deontologici per un totale di 20 crediti.

Dove trovare i corsi

L’elenco dei corsi che consentono di acquisire i crediti formativi è disponibile online attraverso la piattaforma Sigef. Una volta registrato, al suo interno troverai i corsi organizzati dai vari Consigli regionali, quelli organizzati da enti terzi, quelli online e quelli in streaming. I corsi possono essere gratuiti oppure a pagamento ed occorre registrarsi preventivamente per potervi partecipare.

Formazione continua giornalisti online (e-learning)

Con le modifiche al regolamento che sono state pubblicate nel Bollettino Ufficiale del Ministero della Giustizia n. 10 del 31 maggio 2016, è stato stabilito che i crediti formativi possono essere acquisiti anche tutti mediante corsi svolti online, in modalità e-learning, senza alcun limite.

Gli obblighi per i nuovi iscritti

I nuovi giornalisti che si iscrivono all’albo devono iniziare la formazione continua a partire dal 1° gennaio dell’anno successivo alla data di iscrizione. Ovviamente il numero dei crediti da ottenere è proporzionale (60 se si rientra nell’intero triennio, 40 per il biennio, 20 per il solo anno), in modo da potersi riallineare con il calendario nazionale triennale.

Chi è esente dalla formazione

Su richiesta dell’iscritto, il Consiglio regionale dell’Odg competente, esenta il giornalista dallo svolgimento della formazione professionale continua:

  • in caso di maternità o congedo parentale;
  • nei casi di malattia grave, infortunio e altri casi di documentato impedimento derivante da accertate cause oggettive;
  • nei casi di assunzione di cariche elettive per le quali la vigente legislazione preveda la possibilità di usufruire di aspettativa dal lavoro per la durata del mandato e limitatamente ad esso.

Chi è Fabio Brocceri

Ciao! Sono un Professionista della Comunicazione Digitale: Addetto stampa (nella Pubblica Amministrazione), Giornalista, Blogger, Esperto SEO, Digital Marketer, Social Media Manager e Architetto dell’Informazione.
Segui la mia pagina Facebook oppure il mio profilo Twitter per esser sempre aggiornato sulle ultime novità del blog!

Potrebbe interessarti anche

A chi inviare un comunicato stampa?

A chi inviare un comunicato stampa?

Fino a qualche tempo fa, la risposta alla domanda “a chi inviare un comunicato stampa” …

Rispondi