In questo post ti insegnerò come scrivere un comunicato stampa, cioè un testo che le aziende, gli enti, le istituzioni o i personaggi noti inviano ai giornalisti per informarli di una determinata novità che li riguarda ed invogliarli a scrivere un articolo sull’argomento. Seguendo questi consigli e con un po’ di pratica imparerai come si scrive un comunicato stampa efficace!

Come scrivere un comunicato stampa: la notizia innanzitutto

Per scrivere un buon comunicato stampa, devi innanzitutto individuare la notizia che vuoi comunicare ai media. Chiediti se questa notizia può essere effettivamente interessante per i giornalisti: ciò che è importante per te può, infatti, essere irrilevante per la stampa. Se vuoi, puoi aiutarti leggendo i criteri di notiziabilità, ovvero quei criteri che spiegano le caratteristiche che deve possedere un fatto per diventare “notiziabile”, oppure consultare le tecniche che gli addetti stampa utilizzano per rendere un comunicato stampa “appetibile” per i giornalisti.

La struttura del comunicato stampa

Il comunicato stampa deve necessariamente contenere alcuni elementi che sono fondamentali affinché venga percepito come tale e distinto da altri tipologie di testo. Il soggetto che lo diffonde, ad esempio, deve essere il primo elemento immediatamente riconoscibile all’interno del foglio. In questo modo il giornalista conoscerà subito la fonte da cui provengono le informazioni presenti nel testo.
Subito sotto il logo dell’ente è opportuno indicare la dicitura “comunicato stampa”  e, immediatamente dopo, il testo vero e proprio, con un titolo (al massimo su due righe indipendenti) e un corpo. Alla fine del testo occorre anche inserire il luogo e la data (alcuni addetti stampa li inseriscono all’inizio) e i contatti. Quest’ultimo è un aspetto molto importante, perché i giornalisti che vogliono approfondire, avere dei chiarimenti o semplicemente altro materiale per la stesura dell’articolo, devono avere a portata di mano i riferimenti dell’addetto stampa dell’ente o del suo ufficio stampa. Ecco un esempio di come dovrebbe risultare la struttura del classico comunicato stampa:

Comunicato stampa web

Lo stile del comunicato stampa

Il comunicato stampa segue le regole di scrittura tradizionali del giornalismo. L’obiettivo del comunicato è, infatti, quello di agevolare il giornalista, per cui se il testo che si troverà davanti è già scritto in stile giornalistico, farà meno fatica nel preparare il suo pezzo e l’ente avrà maggiori probabilità che il comunicato stampa si trasformi direttamente in un articolo. Utilizza, dunque, un linguaggio semplice e diretto, privilegia le coordinate alle subordinate, la forma verbale attiva anziché quella passiva. Infine, non dare per scontato nulla: è importante non utilizzare troppe parole tecniche o sigle conosciute solo dagli addetti ai lavori. Qui puoi vedere alcuni esempi di comunicato stampa.

Il titolo e l’attacco del comunicato sono fondamentali!

Ogni volta che un giornalista riceve un comunicato stampa, la prima cosa che fa è quella di guardare il titolo e al massimo l’attacco, ovvero la prima parte del comunicato che – di norma – dovrebbe contenere le risposte alle famose 5 domande: chi? Cosa? Dove? Quando? Perchè? (la regola delle 5 W). Nella redazione di un comunicato, questi due elementi sono fondamentali per attirare l’attenzione, per cui vanno scelti con molta cura.

Come scrivere un comunicato stampa… e diffonderlo!

Scrivere un comunicato stampa è solo una parte dell’attività di promozione ad opera dell’ufficio stampa. Occorre, infatti, contattare i giornalisti, selezionandoli tra quelli che si occupano dell’argomento trattato, inviarlo e procedere poi con il recall, ovvero l’attività che consiste nel chiamare telefonicamente il giornalista per avvisarlo e attirare la sua attenzione (scopri qui come fare un recall).