lunedì , 20 novembre 2017
Home » Social media » Gestire una pagina Facebook aziendale: 15 regole base

Gestire una pagina Facebook aziendale: 15 regole base

So che per molti queste semplici regole potrebbero sembrare banali, ma ogni giorno su Facebook è un continuo dilagare di pagine improvvisate relative a negozi, bar, ristoranti, b&b, hotel, ecc. Per questo, voglio condividere con te alcune semplici regole basilari che ti permetteranno di gestire una pagina Facebook aziendale in maniera professionale ed evitando figuracce.

1. Un profilo è diverso da una pagina Facebook!

Chiariamo subito questa cosa. Su Facebook esistono i profili personali e le pagine. Ciascuna di queste tipologie ha delle impostazioni e delle funzioni ben precise. Se sei un’azienda non puoi avere un profilo personale. Punto.

2. Hai inserito tutte le informazioni per farti trovare?

Oggi le persone utilizzano Facebook anche a scopo informativo e non solo ludico. Sei sicuro di aver inserito tutte le informazioni necessarie per mettersi in contatto con la tua azienda? Logo, numeri di telefono, indirizzo, sito internet, email (o, meglio, direttamente i pulsanti “contattaci” o “chiama ora”)?

3. Attenzione alla grammatica

Altra regola fondamentale: attenzione alla grammatica. Se una pagina ufficiale pubblica contenuti che contengono errori, il messaggio che ricevo è: scarsa professionalità dell’azienda, ignoranza, pressapochismo. Giusto per dare qualche dritta: attenzione ai verbi, alle h, agli accenti e agli apostrofi; i puntini di sospensione sono sempre e solo 3, non 20, né 50; anche la punteggiatura va rispettata, mettendo i punti e le virgole al loro posto.

4. La forma è sostanza

Oltre alla grammatica, devi curare la forma. Anche qui, ecco qualche semplice dritta: gli hashtag devono essere preceduti dal segno # ed essere delimitati da uno spazio; non scrivere tutto in maiuscolo (su internet equivale all’urlato); rileggi il testo per evitare refusi o errori di battitura.

5. I contenuti

Per gestire una pagina Facebook aziendale di successo, devi metterti nei panni dei tuoi clienti. Non pubblicare contenuti troppo lunghi, difficili da capire, noiosi. Scrivi titoli accattivanti, prova a fare delle domande per coinvolgere le persone, sii creativo e cerca di sfruttare l’argomento del giorno.

6. Le immagini e i video

A volte un’immagine comunica più di mille parole. Non pubblicare mai post senza un’immagine o un video: possono essere immagini della tua azienda, di un prodotto, di un servizio, ma anche immagini che mostrano il lavoro dietro le quinte (pensa ai clienti che vedono quanto sia pulita la cucina di un ristorante o il momento in cui il cuoco acquista gli ingredienti freschi!).

7. Sii positivo!

Su Facebook le persone ci stanno per divertirsi e in genere sono poco propense a prestare la loro attenzione sulle cose negative. Cerca sempre di essere positivo e divertente.

8. Rispondi sempre (e ringrazia)

Non c’è niente di peggio che un (possibile) cliente che pone una domanda e non riceve una risposta. Quello che procurerai in lui sarà un senso di frustrazione, che di certo non lo spingerà a parlare bene in futuro della tua azienda. Una risposta tempestiva, invece, farà sentire l’utente importante, soddisfatto ed entusiasta.

9. Non essere maleducato

A chiunque prima o poi capita di ricevere delle lamentele o delle critiche. La cosa più sbagliata che puoi fare è rispondere in maniera aggressiva. Per esempio, ho visto molti casi in cui i ristoratori rispondevano male ad alcune critiche online dei clienti insoddisfatti, addirittura insultandoli. Ricordati che tutti leggono la vostra conversazione, non solo chi ha espresso il suo disappunto.

10. Hai sbagliato? Scusati!

Se la tua azienda ha commesso degli errori, non c’è niente di male a chiedere scusa! Gli utenti apprezzano di più delle scuse sincere che i maldestri tentativi di nascondere la polvere sotto il tappeto. Ricordati che su internet la verità, prima o poi, viene sempre a galla. Sii il più trasparente possibile.

11. Occhio al tempo

Nel gestire una pagina Facebook aziendale occorre considerare i tempi e l’uso che gli utenti fanno del più popolare del social network nelle diverse fasce orarie. Nel corso della giornata, ad esempio, si è più recettivi verso contenuti più impegnativi, mentre la sera ci si rilassa e si cercano contenuti divertenti. Inoltre, pubblica con costanza e non in maniera troppo sporadica. Puoi aiutarti creando un calendario editoriale.

12. Offri dei vantaggi

Perché le persone dovrebbero seguire la tua pagina? Fatti questa domanda e prova a proporre dei vantaggi per tutti quelli che lasceranno un like. Puoi offrire un buono sconto, un omaggio, un gadget, una prova gratuita e così via. Puoi anche organizzare dei contest, inventarti una sfida che premi il miglior cliente, ecc.

13. Investi nelle inserzioni

Sai che con pochi euro puoi sponsorizzare un post o un’intera pagina facendoli visualizzare solo ad un determinato gruppo di utenti? Puoi decidere di far vedere la tua promozione solo alle persone che sono residenti in una città, a quelle che hanno visitato un determinato luogo, a chi ha messo un “mi piace” ad una pagina precisa, a chi ha una determinata età, ecc. Prevedi un piccolo budget per una campagna mirata ai tuoi potenziali clienti.

14. Stimola l’interazione

Pensi che tutto quello che pubblichi sulla tua pagina venga visto da tutte le persone che hanno cliccato mi piace? Sbagliato. Facebook, infatti, non fa vedere tutto a tutti, altrimenti le bacheche sarebbero una lista infinita, ma stabilisce i contenuti più rilevanti da mostrarci. Per farlo utilizza un algoritmo che premia i post che hanno ricevuto più interazioni, quelli con immagini, con dei video, ecc. Questo vuol dire che affinché un tuo post venga visto da quante più persone possibile, è necessario che abbia tanti like e molti commenti.

15. …

E il quindicesimo? Scrivilo tu nei commenti! Qual è il consiglio che aggiungeresti per permettere alle piccole imprese di gestire una pagina Facebook aziendale con successo?

Chi è Fabio Brocceri

Ciao! Sono un Professionista della Comunicazione Digitale: Addetto stampa (nella Pubblica Amministrazione), Giornalista, Blogger, Esperto SEO, Digital Marketer, Social Media Manager e Architetto dell’Informazione.
Segui la mia pagina Facebook oppure il mio profilo Twitter per esser sempre aggiornato sulle ultime novità del blog!

Rispondi