sabato 13 Aprile 2024

Appassionato di comunicazione?
Sei nel posto blog giusto!

HomeGiornalismoCome diventare giornalista pubblicista: le nuove regole (2024) dell'Ordine

Come diventare giornalista pubblicista: le nuove regole (2024) dell’Ordine

Nei giorni scorsi il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti ha approvato le nuove Linee guida che spiegano passo dopo passo come diventare giornalista pubblicista (qui la differenza tra giornalisti pubblicisti e professionisti).
Le nuove regole pongono maggiore enfasi sulla qualità delle collaborazioni giornalistiche, fissano un numero minimo di articoli e servizi a livello nazionale che l’aspirante giornalista deve produrre e confermano la necessità di acquisire conoscenze deontologiche e legislative fondamentali per la professione. Ecco tutti i passi da seguire per l’iscrizione all’albo.

Le conferme

Le nuove linee guida confermano l’arco temporale del biennio come periodo minimo in cui l’aspirante giornalista deve dimostrare di collaborare, regolarmente e non occasionalmente, con quotidiani, periodici, testate giornalistiche di emittenti radiotelevisive e siti online e di venire retribuito per tale lavoro.

Da questo elenco vengono esclusi i libri e le pubblicazioni a carattere tecnico, professionale o scientifico e comunque pubblicazioni dirette da persone iscritte nell’Elenco Speciale.

I candidati dovranno anche conoscere gli elementi fondanti della deontologia professionale e del quadro legislativo che concerne la professione giornalistica. I vari consigli regionali potranno disporre, a tal proposito, un colloquio, per cui gli aspiranti giornalisti pubblicisti potranno prepararsi frequentando il corso online gratuito che fornisce una panoramica delle norme deontologiche e legislative della professione giornalistica, nonché una visione generale delle tecniche e della storia del giornalismo.

Questo requisito mira a garantire che i nuovi giornalisti siano consapevoli degli standard etici e legali che devono rispettare nel loro lavoro quotidiano.

Le novità

La principale novità riguarda il numero minimo di articoli, foto e filmati che dovranno essere presentati per ottenere l’iscrizione, che viene fissato a livello nazionale. In particolare, ne sono richiesti almeno:

  • 70 per i quotidiani e siti on line
  • 50 per i settimanali
  • 40 per i quindicinali
  • 20 per i mensili e le altre forme di periodicità.

Le retribuzioni derivanti dall’attività giornalistica devono essere pari complessivamente ad almeno mille euro annui lordi, tracciabili e documentabili con ricevute o fatture periodiche (al massimo quadrimestrali) e con le copie della Certificazione Unica per ogni anno fiscale concluso – rilasciata dall’Azienda editrice della pubblicazione – e le copie dei versamenti delle ritenute d’acconto versate con Mod. F24, se dovute.

I documenti da presentare

Per l’iscrizione non cambiano i documenti che è necesasario presentare al proprio Ordine regionale di appartenenza:

  • giornali, fotocopie o dispositivi di archiviazione relativi agli articoli e servizi pubblicati, che dovranno essere poi elencati e ordinati specificando la data di pubblicazione;
  • la dichiarazione (o le dichiarazioni se si collabora con più testate) redatta su carta intestata a firma del direttore responsabile che attesti lo svolgimento di attività giornalistica regolarmente retribuita;
  • le ricevute o le fatture periodiche relative agli emolumenti percepiti.

L’aspirante pubblicista può anche comunicare all’Ordine regionale di riferimento la data di inizio dell’attività giornalistica, propedeutica all’iscrizione, a decorrere dalla quale iniziare a calcolare il biennio.

Scarica le Linee guida

Fabio Brocceri
Fabio Broccerihttps://www.fabiobrocceri.it
Sono un giornalista, addetto stampa e comunicatore pubblico. Il mio lavoro consiste nell'aiutare enti, imprese e istituzioni a comunicare meglio. Clicca qui se vuoi saperne di più oppure seguimi sui social.

OFFRI UN CAFFÉ

Se hai trovato utile questo articolo, puoi supportarmi facendo una donazione libera una tantum oppure impostarne una ricorrente (ogni mese): contribuirai a sostenere le spese del sito e a far imparare nuove cose a tutti i lettori. Grazie!

Dona ora!

ARTICOLI CORRELATI

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

APPROFONDISCI

Ufficio stampa 2.0

 

RESTA AGGIORNATO

Vuoi ricevere automaticamente una email ogni volta che viene pubblicato un nuovo articolo (in media uno a settimana)? Iscriviti gratuitamente. Potrai cancellarti in qualsiasi momento.

Ultimi articoli pubblicati